Home / Scegli il paese / Europa / Finlandia

Il profilo dell’uomo d’affari

I manager finlandesi sono precisi, cercano l’efficacia e la sicurezza, hanno una bassa propensione al rischio. Non lasciano trasparire le loro emozioni, rispetto agli italiani sembrano molto freddi e rigidi. Non gesticolano mentre parlano e il tono della loro voce è sempre molto pacato. Cercate di fare altrettanto, non amano che si attiri l’attenzione troppo su se stessi, cosa ritenuta poco professionale. Apprezzano l’understatement, ciò non significa che non si arrabbino o che non siano duri nelle trattative, solo non alzeranno la voce.

All’inizio delle riunioni sarà difficile riuscire a chiacchierare con loro, preferiscono che si discuta subito dei punti salienti dell’agenda. Applicano generalmente la stessa rigidità alla formulazione dei documenti e alla gestione della comunicazione scritta: in un report devono entrare gli argomenti previsti, non è ammessa nessuna flessibilità.

Non meravigliatevi se, incontrandoli in Italia, vi sembreranno timorosi nella guida. I finlandesi non sono abituati all’affollamento e alla confusione delle nostre città e al nostro traffico, il loro paese ha una bassa densità di popolazione. La Finlandia, infatti, ha una superficie comparabile all’Italia, ma una popolazione di poco superiore ai cinque milioni.

Il ruolo delle donne

Serie e determinate, condividono con i loro compagni il peso della famiglia. Non è così raro che un uomo finlandese rinunci alla carriera per seguire la moglie in un trasferimento. La Finlandia è orgogliosa dell’impostazione della sua società e prende la cultura della parità di genere molto sul serio, in particolare l’inserimento delle donne nel mondo del lavoro e della politica: il 42,5% dei seggi in Parlamento sono occupati da donne.

La Finlandia è considerato il miglior paese per essere madri.

Modalità di comunicazione e relazione

Gli appuntamenti vanno sempre richiesti e confermati per email. Accompagnate questa comunicazione con l’agenda dell’appuntamento, sarà molto apprezzato e lo considereranno molto professionale. Potrebbe essere interessante per i vostri interlocutori finlandesi ricevere anche un vostro profilo o un curriculum vitae per capire chi stanno per incontrare.

All’inizio di una riunione salutate tutti con una stretta di mano, ripetete il vostro nome e cognome, mantenete un contatto visivo diretto e sorridete. La prima attenzione deve essere riservata alle donne presenti all’incontro. Limitate il “riscaldamento” al minimo, tenete i tempi durante le presentazioni, altrimenti, anche se interessati, allo scadere del tempo pianificato potrebbero scusarsi e andarsene, non volendo né modificare il proprio calendario, né rimanere al lavoro oltre l’orario. Portete con voi report e slide, così che abbiano dei dati approfonditi per valutare il progetto. Non aspettatevi molte domande da parte loro. Se durante le riunioni ci saranno alcuni minuti di silenzio, non allarmatevi è una prassi.

Quando sarà il vostro partner finlandese a prendere la parola, non interrompetelo e aspettate che abbia concluso il suo interveto per le domande. Ricordate che i manager finlandesi sono molto diretti e si aspettano di sapere quello che pensate.

La puntualità e la gestione del tempo

Se vi accorgete di essere in ritardo per un appuntamento, chiamateli con un certo anticipo, non farlo viene considerato irrispettoso. Se siete in ritardo con la consegna di un progetto, fate altrettanto. Per loro è importantissimo il time management, come anche la pianificazione e il project management.

Se gli incontri si tengono a cavallo dell’ora di pranzo, spesso i finlandesi propongono di mangiare un panino mentre si prosegue nel lavoro. Il fatto di non andare a pranzo non va considerato come una scortesia, ma come il desiderio di ottimizzare i tempi.

Lo stesso atteggiamento lo ritroverete anche nella vita sociale, la puntualità è fondamentale anche quando si esce o si va a cena a casa di qualcuno. I finlandesi arrivano a invitare le persone a orari cadenzati per poterli ricevere meglio; quando gli invitati arrivano qualche minuto prima, aspettano fuori dalla porta e poi suonano il campanello esattamente all’orario previsto.

Il rapporto lavoro/tempo libero

Non cercateli in ufficio dopo le 16.00: ritengono inopportuno fare tardi e apprezzano il rispetto dei loro spazi privati.

Tenete conto che le ore di lavoro cambiano a seconda della stagione: in inverno potrete pianificare le riunioni dalle 8:00 alle 17:00 e in estate dalle 8:00 alle 16:00. Non fissate gli appuntamenti durante i mesi di luglio e agosto, perché solitamente sono i periodi previsti per le vacanze. La stagione durante la quale si può stare all’aria aperta, caratterizzata da molte ore di luce, è breve.

Potrebbero invitarvi per un weekend nel bungalow sul lago (uno dei migliaia di laghetti finlandesi), oppure proseguire la riunione in una sauna termale: non rifiutatelo, è un segno di ospitalità e sarà un modo per approfondire la loro conoscenza.

Gaffe da evitare

Non confondete i finlandesi con gli svedesi, i due paesi hanno una certa rivalità. In Finlandia lo svedese è lingua ufficiale insieme al finlandese, ma i due popoli sono diversi dal punto di vista etnico e le due lingue non appartengono allo stesso ceppo. Se per i finlandesi è abbastanza semplice imparare lo svedese, per gli svedesi il finlandese è molto più difficile (è una lingua di ceppo ugrofinnico, con 15 casi e la necessità di declinare nomi, aggettivi, avverbi…). L’abbondanza delle vocali contribuisce alla musicalità; si dice che il finlandese è l’italiano del Nord!

Se sarete invitati a cena potete portare fiori, cioccolatini oppure del vino. Se optate per i fiori ricordatevi che dovranno essere di numero pari. I tulipani saranno graditi, non lo saranno molto, invece, le piante in vaso. Non entrate asolutamente in casa con le scarpe, devono essere tolte all’esterno dell’abitazione. Non parlate di lavoro durante queste occasioni conviviali.

Non parlate con le mani in tasca, è irrispettoso.

Luoghi comuni e stereotipi

Anche se Babbo Natale (Santa Claus) abita tradizionalmente in Finlandia (Lapponia), non tutta la Finlandia è una terra da Babbo Natale, fredda e perennemente buia e innevata. Un terzo della superficie del Paese si trova effettivamente a nord del Circolo Polare Artico e ha un clima estremamente rigido. Nel sud della Finlandia, però, durante i mesi estivi, le ore di luce arrivano a 20, la natura esplode di colori e la vita all’aria aperta diventa molto piacevole, con temperature medie intorno ai 20°C e, occasionalmente, possono sfiorare i 35°C.

Noi italiani tendiamo a pensare di essere i più grandi bevitori di caffè, in realtà è la Finlandia il paese con il maggior consumo pro-capite di caffè in Europa. Ovviamente si tratta di un caffè lunghissimo, ma con un alto contenuto di caffeina e vi verrà servito in continuazione durante le riunioni.

Organizzazione del sistema sociale

La Finlandia è una delle economie più solide e competitive in Europa. Un recente sondaggio ha evidenziato che i giovani non hanno paura del futuro, nonostante la crisi economica che ha investito l’Europa. La Finlandia è al primo posto in uno studio sullo stato dei sistemi di istruzione in 50 Paesi del pianeta: i grandi investimenti governativi nella scuola (12% del Pil) si riflettono sull’elevato numero di laureati. La Finlandia investe molto anche in ricerca e sviluppo.

Nel Paese si applica un welfare pragmatico ed efficace, con grande attenzione alla qualità della vita, alla famiglia e all’ambiente. La Finlandia è uno stato sociale e l’alta tassazionepermette di fornire ai cittadini servizi pubblici e sicurezza sociale. Lo Stato fornisce a tutte le mamme in dolce attesa una scatola di cartone con tutto il corredino per il bambino: dopo decenni di questa tradizione la scatola, dove si consiglia di far dormire il piccolo nei primi mesi di vita, è diventata un cult.


Letture, video e approfondimenti